data-src=

5 min

Selenio

I punti chiave dell'articolo

Il selenio è un oligoelemento non sintetizzato dall'organismo, ma essenziale per il suo funzionamento ottimale.

Le sue proprietà agiscono sul nostro sistema immunitario, sulla funzione tiroidea, ma anche sulle nostre cellule combattendo lo stress ossidativo.

Alcune persone sono più soggette a carenze, soprattutto se seguono una dieta a base vegetale o se soffrono di malattie intestinali. Anche i fumatori e le donne in gravidanza possono essere più inclini alla carenza di selenio. La carenza di selenio è caratterizzata da sintomi quali mal di testa, debolezza immunitaria e problemi alla tiroide.

L'apporto di selenio può essere fornito dalla dieta (verdure, cereali, noci, semi di senape) o da alcuni integratori alimentari completi.

Scoperto dai chimici svedesi Berzelius e Gahn nel 1817, il selenio è oggi utilizzato per molti scopi. Oltre all'impiego in chimica, agricoltura e nella produzione del vetro, viene utilizzato in farmacologia e medicina, soprattutto come antiossidante


Sebbene sia utile per il sistema immunitario, ha molti altri benefici. Che cos'è il selenio? Quali sono i suoi benefici per la salute? Scopriamo insieme questo oligoelemento dalle mille sfaccettature. 

sélénium

Cos'è il selenio?

Il selenio è un oligoelemento essenziale per il funzionamento ottimale del nostro organismo.  


Ha funzioni cosiddette depurative e favorisce l'eliminazione delle molecole tossiche presenti nel nostro organismo. È un eccellente antiossidante, che contribuisce in particolare a sostenere il sistema immunitario. Anche il cuore e la tiroide sono interessati dalle sue azioni, ma ne parleremo più avanti!  


Il selenio non viene prodotto direttamente dal nostro organismo e deve quindi essere fornito esternamente attraverso gli alimenti o gli integratori. Questi rappresentano un'opzione interessante per completare i tuoi valori se pensi di essere carente.

Fonti di selenio

Come abbiamo appena visto, il selenio proviene dagli alimenti.  


Si trova soprattutto in alcuni pesci (tonno o aringa, ad esempio), nei frutti di mare, nelle frattaglie, negli arrosti di maiale, nelle lenticchie, ma anche nei semi oleosi, con le noci del Brasile in cima alla lista. Anche i cereali integrali, l'uva passa, alcune verdure e i semi di senape sono ottime fonti di selenio. 


Anche l'assunzione di selenio come integratore alimentare può contribuire a garantire un apporto adeguato all'organismo. Il selenio viene spesso combinato con altri minerali e vitamine, ad esempio nel nostro Multivitaminico, dove si trova in forma chelata, cioè altamente assorbibile, e circondato da altri 28 principi attivi. 

Quali sono i benefici del selenio?

I benefici del selenio sono stati evidenziati da diversi studi.


I risultati mostrano che il selenio fornisce:

  • Un miglioramento del sistema immunitario; 
  • Un effetto antiossidante sulle cellule; 
  • Una buona cura delle unghie e dei capelli: 
  • Un migliore funzionamento della tiroide. 

Diamo un'occhiata più da vicino: 

Contribuisce al corretto funzionamento del sistema immunitario

Il selenio aiuta l'organismo a difendersi dalle infezioni contribuendo alla formazione di proteine essenziali per il corretto funzionamento del nostro sistema immunitario. Inoltre, partecipando alla struttura di enzimi come la tioredoxina, rigenera e rafforza gli effetti delle vitamine E e C, a loro volta utili per le difese dell'organismo. 

Protegge le cellule dallo stress ossidativo

Come abbiamo detto, il selenio è particolarmente noto per i suoi benefici antiossidanti, soprattutto se associato alla vitamina E o allo zinco. Neutralizza i radicali liberi nell'organismo e rallenta così l'invecchiamento delle cellule. Inoltre, limita i rischi cardiovascolari riducendo i livelli di colesterolo cattivo.  


Convinta dei benefici del selenio, dal 1984 la Finlandia ha persino avviato un programma di arricchimento dei fertilizzanti con selenato di sodio, per garantire un aumento del suo apporto nella dieta dei suoi abitanti. Da allora, il Paese ha registrato una significativa riduzione delle malattie cardiache e di alcuni tipi di cancro nel suo territorio. 


Si ritiene che il selenio sia in grado di prevenire alcuni tipi di cancro, in particolare quello alla prostata, ai polmoni e al colon-retto. Studi pubblicati sull'International Journal of Cancer, ricerche condotte nel Regno Unito presso l'Università di Newcastle e in Irlanda presso il Royal College, stabiliscono un legame tra un minor rischio di cancro e livelli sufficienti di selenio. 


I benefici antiossidanti del selenio favoriscono anche un effetto disintossicante. Contribuisce all'eliminazione di pesticidi e metalli pesanti come il piombo o il mercurio, che inquinano il nostro organismo. In questo modo protegge gli organi dai loro effetti nocivi. 


Infine, si ritiene che il selenio migliori la resistenza alla degenerazione legata all'età; si dice che gli anziani che ricevono integratori di selenio siano in migliori condizioni fisiche e intellettuali.

Contribuisce al mantenimento di capelli e unghie sani

Grazie ai suoi effetti antiossidanti, il selenio agisce anche sulla salute di unghie e capelli. Infatti, combattendo l'invecchiamento delle cellule, ne facilita la crescita e le rende forti. L'assunzione di selenio li aiuta anche a combattere le aggressioni esterne (inquinamento, sole, tabacco...) e li mantiene in salute.

Contribuisce al buon funzionamento della tiroide

Infine, il selenio agisce sugli ormoni tiroidei e regola quindi il metabolismo. Limita l'ipertiroidismo e ha effetti positivi sui disturbi dell'umore, sulla fertilità e sulla degenerazione oculare (orbitopatia endocrina). Più in generale, ha effetti favorevoli sul funzionamento del sistema nervoso.

Le nostre raccomandazioni

multivitamines

Multivitaminico

Formula completa con un dosaggio ottimale di 29 nutrienti (vitamine, minerali ed estratti vegetali).

  • ✅ 33 µg di selenio per 4 capsule
  • ✅ Forme assimilabili o naturali
  • ✅ Prodotto in Francia
  • ✅ 1 mese di trattamento
Vai al prodotto

Quando assumere una cura a base di selenio?

Innanzitutto, è importante sapere che la carenza di selenio è possibile, soprattutto nelle:

  • persone con una dieta totalmente a base vegetale;
  • persone con malattie intestinali croniche;
  • persone che fumano;
  • donne che allattano da molto tempo;
  • persone che vivono in aree in cui i terreni sono poveri di selenio.  


La carenza provoca stanchezza intensa, mal di testa, depressione, debolezza immunitaria e talvolta anche problemi alla tiroide. In caso di carenza, è infatti importante ricorrere a una dieta ricca di selenio e/o a integratori che consentano di soddisfare il fabbisogno.


In caso contrario, prima di iniziare una cura a base di selenio, è importante determinare la propria dose giornaliera personale (naturalmente, non bisogna mai esagerare).   


Da Novoma consigliamo di assumere un integratore alimentare con 33 microgrammi di selenio al giorno, oltre a una dieta varia ed equilibrata (che quindi può già fornire selenio). 

Come scegliere il giusto integratore di selenio?

Come molti oligoelementi, il selenio esiste in diverse forme. Si parla di selenio vegetale quando proviene da semi come la senape o le lenticchie. Si tratta di una forma molto ben assimilabile dall'organismo, proprio come la forma chelata.  


Per favorire gli effetti di una cura a base di selenio e per un'assimilazione ottimale da parte dell'organismo, Novoma ha selezionato il selenio in forma chelata, associandolo ad altri 28 principi attivi accuratamente scelti per la loro complementarietà.   


In particolare, abbiamo scelto di associare le vitamine E e C perché, come abbiamo detto, il selenio partecipa alla struttura degli enzimi che potenziano gli effetti di queste due vitamine.   


Inoltre, la combinazione dello zinco, presente anche nel nostro Multivitaminico, e della vitamina E con il selenio ne favorisce gli effetti antiossidanti e disintossicanti. 


Il nostro Multivitaminico contiene 33 µg di selenio per 4 capsule al giorno. Permette di beneficiare di tutti i vantaggi del selenio e di sfruttare le proprietà degli altri principi attivi presenti, per ottenere risultati ottimali.  


È bene sapere che gli antiacidi, un'elevata presenza di fibre o di fosforo possono ridurre l'assorbimento del selenio e impedirne la corretta assimilazione da parte dell'organismo.

Selenio: pericoli e controindicazioni

Un sovradosaggio di selenio può essere molto dannoso. Può provocare capelli e unghie fragili,  grave affaticamento, disturbi dell'umore, nausea e irritazione della pelle. È quindi fondamentale rispettare il dosaggio consigliato, perché anche se la selenosi si manifesta solo dopo un'assunzione prolungata di oltre 1.000 microgrammi al giorno, porta con sé conseguenze da non trascurare. I medici raccomandano quindi di non superare mai l'assunzione di 400 µg al giorno per gli adulti, una soglia già molto alta rispetto alla dose raccomandata per il selenio. 


L'ultimo punto essenziale da sapere è che l'integrazione di selenio non è adatta in tutte le situazioni. Non è consigliato nei seguenti casi: 

  • Uomini in età in cui è possibile avere il cancro alla prostata;
  • Persone con diabete di tipo 2;
  • Persone con gozzo.  


In caso di dubbi, non esitare a chiedere consiglio al tuo medico, che saprà indicarti il dosaggio più adatto alle tue esigenze. 


Il selenio è un oligoelemento essenziale e l'integrazione può aiutarti a rimanere in forma e in salute! 

Condividi questo articolo

Articoli correlati

Prodotti consigliati

Continua a leggere

04/01/2023

Caduta dei capelli: e se fosse una carenza di vitamina D?

13/04/2023

Qual è il miglior integratore di ferro? I nostri consigli e le nostre opinioni (2023)

04/05/2023

Come preparare la pelle al sole?