intestin paresseux data-src=

6 min

Intestino pigro: quali sono i rimedi naturali?

Gonfiore, sensazione di pesantezza, difficoltà a espellere le feci… Il tuo intestino fa il pigro? Non preoccuparti, non sei l'unica vittima perché almeno un Francese su due soffre di problemi di digestione e tra questi, l'intestino pigro si posiziona al primo posto.

In questo articolo esamineremo le cause dell'intestino pigro, i segnali da individuare e le soluzioni per un transito intestinale in piena forma. 💪🏽

intestin paresseux

Cos'è un “intestino pigro”?

Un intestino pigro presenta sintomi simili alla costipazione, ma non è ufficialmente classificato come patologia in sé e per sé, e si manifesta in forma meno grave e meno frequente.

Precisiamo: In allopatia, si parla di costipazione se la frequenza di evacuazione delle feci è inferiore a 3 volte alla settimana, e di costipazione cronica se persiste per almeno tre mesi.

Definizione e spiegazione del termine "intestino pigro"

L'intestino pigro, o transito intestinale pigro, è un fenomeno caratterizzato dal rallentamento anomalo del movimento di materia attraverso l'apparato digerente (abbiamo provato a dirlo in modo carino!). 

In altre parole, invece di funzionare in modo efficace, l'intestino sembra prendere tempo per trattare gli alimenti e spostare il chimo verso l'ultima tappa della digestione. 

💡Emh… “il chimo”? Cos'è? Il termine "chimo" indica la sostanza che risulta dall'insieme degli alimenti ingeriti una volta che hanno attraversato l'intestino.

Le nostre raccomandazioni

garder son bronzage

Formula Probio

Formula sinergica di 6 ceppi probiotici naturali brevettati SynBalance® dall'efficacia clinicamente testata.

  • ✅ Sinergia di 6 ceppi microbiotici brevettati
  • ✅ 60 Miliardi di UFC per assunzione
  • ✅ Efficacia prolungata
  • ✅ Capsule gastroresistenti DRcaps®
Vai al prodotto

Il ruolo dell'intestino nella digestione

L’intestino è composto da due parti: l'intestino tenue e l'intestino crasso, che lavorano in modo coordinato per compiere la digestione, l'assorbimento dei nutrienti e l'evacuazione delle feci.

1/ L'intestino tenue (l'organo più grande del corpo 😯), o piccolo intestino, è essenziale per l'assorbimento dei nutrienti. Funziona come una complessa fabbrica chimica e meccanica, scomponendo gli alimenti in molecole assimilabili.


2/ L'intestino crasso, o colon, percorre l'addome avvolge l'intestino tenue, per poi aprirsi verso l'esterno tramite il canale anale.

 

Ha il ruolo di assorbire l'acqua e di concentrare i resuidi della digestione formando le feci. Insomma, svolge la tappa finale della digestione.
 

Ma il suo ruolo non si limita a questa funzione poco elegante! In effetti, accoglie anche i batteri buoni essenziali per la nostra immunità e il nostro benessere (già, è proprio qui e nell'intestino tenue che si nasconde il nostro prezioso microbiota).

Riconoscere i segni dell'intestino pigro

I segni dell'intestino pigro comprendono generalmente: un transito intestinale troppo lento, gonfiore e flatulanza (i gas si accumulano nello stomaco che inizia a gonfiare), sensazioni di pesantezza e una sensazione di disagio digestivo generale. 

🧠 “L’intestino, il nostro secondo cervello”, ti dice qualche cosa? L’intestino può influenzare il benessere emotivo, ecco perché in caso di transito lento possono verificarsi disturbi dell'umore e irritabilità. Tuttavia, questo problema da solo non è necessariamente un segno di intestino pigro.


Questi segnali devono essere presi sul serio per evitare che si sviluppino problemi più gravi.


Nel frattempo, se tutti i sintomi sono presenti e altri disturbi si aggiungono alla lista, non esitare a dare un'occhiata alla nostra collezione di integratori alimentari per la digestione.

Cause dell'intestino pigro

Escludendo le possibili cause medicinali e le patologie dell'apparato digerente, possiamo individuare tre fattori principali: 

intestin paresseux

1) Le abitudini alimentari e il loro impatto sull'intestino

Alcune abitudini alimentari possono influenzare il benessere del nostro intestino. 
Ad esempio, una dieta povera di fibre, composta principalmente da alimenti trasformati e prodotti raffinati, può contribuire a un intestino pigro

E sì, le fibre che si trovano nella frutta, nella verdura e nei cereali integrali, sono essenziali per mantenere un transito intestinale sano.

2) La mancanza di idratazione

L'acqua svolge un ruolo essenziale nella digestione e un'idratazione insufficiente può portare a feci più dure e difficili da evacuare, favorendo così un transito intestinale lento.


Non dimenticare quindi di dare una mano al tuo intestino, fornendogli una buona dose di acqua! 😉💧

3) L'influenza dello stile di vita sul transito intestinale

  1. ➡️ Lo stress ha un impatto negativo sul funzionamento del nostro intestino, rallentando le secrezioni digestive e interrompendo la peristalsi, il movimento coordinato dei muscoli intestinali che sposta il cibo attraverso il tratto digestivo.

     

  2. ➡️ Con il nostro stile di vita sempre più sedentario, il nostro intestino si trova talvolta in modalità "riposo" e la mancanza di esercizio fisico sta diventando una delle principali cause della lentezza intestinale.  

Sembra che anche il nostro intestino abbia bisogno di una dose di movimento e agitazione per mantenersi in forma! 🏋️‍♂️

I nostri consigli per stimolare l'intestino pigro!

Ora che sappiamo come riconoscere un intestino pigro e che le cause sono state identificate, è il momento di passare alla pratica. Ecco i nostri consigli per aiutare l'intestino a uscire dal suo lungo sonno.

Mangiare una dieta ricca di fibre

Uno dei segreti per combattere il rallentamento del transito intestinale è l'introduzione di fibre nell'alimentazione.

  1. ➡️ Le fibre solubili formano un gel viscoso e influenzano l'assorbimento di alcuni nutrienti, agendo al contempo come prebiotico.
     

  2. ➡️ Le fibre insolubili, invece, non assorbono acqua ma stimolano il transito intestinale attraverso un'azione meccanica, aumentando il volume del bolo alimentare.

Scegli quindi frutta e verdura, legumi, quinoa, semi di chia (ottimi nei frullati) o muesli di frutta e noci. Puoi anche cospargere di semi di lino le tue insalate e i tuoi piatti. Che delizia!

Bere acqua a sufficienza per mantenere l'intestino in ottime condizioni

Abbiamo già parlato di idratazione! 1,5 litri di acqua al giorno (cioè tra i 6 e gli 8 bicchieri d'acqua) è la quantità raccomandata per avere un transito regolare. Puoi optare per un'acqua ricca di magnesio, che contribuisce a una sana funzione intestinale.

🍵 Anche le tisane fanno la loro parte e puoi contare su malva, altea o finocchio per aiutare l'intestino a lavorare più facilmente.

L'importanza dell'attività fisica per stimolare il transito intestinale

Quando si fa attività fisica, i muscoli dell'addome si contraggono e si rilassano, favorendo il movimento del cibo attraverso il tratto digestivo. Questo accelera il processo di digestione e permette alle feci di muoversi più facilmente attraverso l'intestino. 

Che ne dici di una piccola passeggiata per digerire?

Le nostre raccomandazioni

garder son bronzage

Formula Probio

Formula sinergica di 6 ceppi probiotici naturali brevettati SynBalance® dall'efficacia clinicamente testata.

  • ✅ Sinergia di 6 ceppi microbiotici brevettati
  • ✅ 60 Miliardi di UFC per assunzione
  • ✅ Efficacia prolungata
  • ✅ Capsule gastroresistenti DRcaps®
Vai al prodotto

Evitare lo stress per prevenire i problemi intestinali

Come abbiamo detto, lo stress influisce sui disturbi digestivi, quindi è fondamentale imparare a gestirlo. 

 

Perché non provare la respirazione profonda? Aiuta a calmarsi, a ridurre lo stress e a rilassare i muscoli, facilitando il passaggio delle feci. 

 

Siediti comodamente, inspira profondamente dal naso mentre espandi l'addome, poi espira lentamente dalla bocca. 🧘🏼‍♀️

 

Ricorda anche lo yoga e lo stretching regolare, soprattutto quello che riguarda la regione addominale (la posizione della pinza sarà il tuo migliore alleato 😉). Ciò contribuirà a ridurre lo stress e a stimolare la circolazione sanguigna nella zona addominale. 

I benefici dei rimedi naturali per alleviare l'intestino pigro

Dai rimedi di una volta agli aiuti naturali, esistono numerosi consigli e trucchi per combattere l'intestino pigro.

Piante medicinali:

Il rabarbaro, lo psillio e la borragine stimolano la peristalsi per migliorare la motilità intestinale. 


Alcune piante epatiche possono anche aumentare la secrezione biliare, favorendo la digestione.

Frutta secca:

Le albicocche e i fichi secchi, ricchi di fibre, aumentano il volume delle feci, favorendo il transito intestinale.

I probiotici:

I probiotici sono preziosi alleati nella lotta contro l'intestino pigro e i movimenti intestinali lenti. Aiutano a mantenere l'equilibrio della flora intestinale, essenziale per una sana digestione e per il benessere generale. 

Ti proponiamo la Formula Probio, una sinergia di 6 ceppi probiotici naturali contenenti 60 miliardi di UFC. Riequilibrando la flora intestinale, può migliorare la digestione, il transito intestinale e persino l'umore, grazie all'influenza dell'intestino sulla produzione di serotonina.

 

Preparati quindi a dare una scossa alla situazione! Con la formula probio tra le mani e seguendo i nostri consigli, il tuo intestino pigro ritroverà finalmente un po' di vigore! 😊💪

Eloise Dubois-Gaché - Naturopathe

Naturopata con certificato FENA

Grazie alla sua solida esperienza in diverse erboristerie, Eloïse include, se necessario, una consulenza completa e precisa in fitoterapia, aromaterapia, gemmoterapia e micro-nutrizione nell'elaborazione di un programma di vita personalizzato su misura per ogni individuo.

Condividi questo articolo

Articoli correlati

Prodotti consigliati

Continua a leggere

27/10/2023

La luce blu dei nostri schermi ha davvero un impatto sul sonno?

06/11/2023

Pelle e nutrizione: alla scoperta degli alimenti che fanno bene alla pelle

04/05/2023

Come preparare la pelle al sole?