respiration et stress data-src=

6 min

Stress e respirazione: come respirare meglio ogni giorno?

Nel delicato equilibrio della vita moderna, dove la pressione sembra onnipresente, il rapporto tra stress e respirazione è fondamentale. Per chi è alla costante ricerca di metodi naturali per migliorare il proprio benessere, comprendere questa interazione è, semplicemente, essenziale.

Ecco cosa vedremo qui: come il respiro può essere il nostro alleato nella gestione dello stress e come questa intima connessione offre promettenti possibilità di "lasciarsi andare" mentalmente.


Preparati a scacciare le ansie con un bel respiro! 🌬

respiration

Come funziona la nostra respirazione?

Sotto questa domanda apparentemente innocua si nasconde molto di più di un semplice "inspira ed espira, è facile!": c'è altro dietro questo affascinante meccanismo.


Sì, la respirazione si divide in due fasi principali: l’inspirazionel’espirazione.

Durante l'inspirazione (prima fase), i muscoli intercostali e il diaframma si contraggono, aumentando il volume del torace e permettendo all'aria di entrare nei polmoni. I polmoni si riempiono di ossigeno, essenziale per la produzione di energia nelle nostre cellule. L'espirazione (seconda fase) avviene quando i muscoli si rilassano, espellendo dai polmoni l'anidride carbonica, un prodotto di scarto del metabolismo.

È il sistema nervoso autonomo, composto dai sistemi simpatico e parasimpatico, a regolare involontariamente la respirazione. In situazioni di stress, il sistema simpatico si attiva, provocando una respirazione rapida e superficiale. Al contrario, il sistema parasimpatico favorisce una respirazione lenta e profonda, che induce una sensazione di calma e relax! In questo modo, stress e respirazione vanno di pari passo: la respirazione può essere una conseguenza diretta dello stress.

In questo sistema, dobbiamo notare l'importanza del diaframma, un muscolo chiave nella respirazione. In pratica, quando inspiriamo, il diaframma scende e ci permette di inspirare un certo volume d'aria. Lavorare sugli esercizi di respirazione significa far lavorare il diaframma, un muscolo al pari degli altri, e quindi migliorare la respirazione - torneremo su questo punto più avanti.

Stress: meccanismo, ruolo e conseguenze

Probabilmente sai cos'è lo stress (chi non l'ha mai provato?), ma forse non sai come funziona. Diamo un'occhiata più da vicino! 🧐


Lo stress è una reazione naturale e fisiologica dell'organismo a una situazione percepita come una minaccia, reale o immaginaria. È una risposta naturale di adattamento, che mobilita l'organismo per affrontare una situazione difficile. Purtroppo può anche diventare cronico o eccessivo, con conseguenze dannose per il benessere psicofisico.

Il processo di stress inizia nel cervello, dove la corteccia cerebrale, sede del pensiero cosciente, valuta la situazione e la trasmette all'amigdala, una regione coinvolta nella gestione delle emozioni, in particolare della paura. L'amigdala innesca quindi una reazione a catena che coinvolge il sistema nervoso autonomo (eccolo di nuovo!) e il rilascio di ormoni, in particolare cortisolo e adrenalina. Queste sostanze preparano l'organismo a reagire rapidamente, accelerando la frequenza cardiaca, aumentando la pressione sanguigna e liberando le riserve energetiche.

Insomma, lo stress è soprattutto una reazione normale che prepara l'organismo a un potenziale "pericolo". In questo senso, è piuttosto positivo, perché ci permette di anticipare meglio certi eventi. Tuttavia, l'esposizione prolungata a situazioni stressanti può portare all'attivazione costante del sistema di risposta allo stress, con effetti negativi a lungo termine.

A livello fisico, lo stress cronico contribuisce a problemi come la difficoltà ad addormentarsi, i disturbi intestinali e la difficoltà di concentrazione. Inoltre, lo stress ha implicazioni sul sistema immunitario, in particolare per quanto riguarda la stanchezza causata dalla mancanza di sonno, che può rendere l'organismo più vulnerabile alle aggressioni esterne.

Insomma, lo stress è, in un certo senso, un male necessario. Ma se vi si è troppo inclini, può diventare deleterio: è quindi importante non soccombere in modo problematico.

Le nostre raccomandazioni

meilleur ashwagandha

Ashwagandha Bio

Formula a base di estratti di radice pura di Ashwagandha Bio brevettata KSM-66®.

  • ✅ Brevettata KSM-66®
  • ✅ 500 mg di ashwagandha per capsula
  • ✅ 5% di withanolidi
  • ✅ Certificata Bio da Ecocert
Vai al prodotto

Stress e respirazione: qual è la loro relazione?

Ne abbiamo già parlato: lo stress, la reazione naturale dell'organismo alle sfide imminenti, spesso innesca cambiamenti nel modo di respirare.

In situazioni di stress si attiva il sistema nervoso simpatico, noto come modalità "attacco o fuga". Innesca una serie di risposte fisiologiche, tra cui una respirazione rapida e superficiale. Questa respirazione rapida ha lo scopo di aumentare la quantità di ossigeno nel sangue per preparare il corpo a reagire rapidamente.

Allo stesso tempo, la respirazione svolge un ruolo fondamentale nella regolazione del sistema nervoso autonomo, responsabile della risposta allo stress. Le tecniche di respirazione consapevole, come la respirazione addominale profonda, possono influenzare il sistema nervoso parasimpatico, spesso definito come modalità "riposo e digestione" - il nome parla da sé!

Incoraggiando una respirazione lenta e profonda, stimoliamo il sistema parasimpatico, che ha un effetto calmante sul corpo e sulla mente. Non per niente alle persone sotto stress viene spesso consigliato di prendersi un momento per respirare, letteralmente: se lo stress genera una respirazione a scatti, lavorare sulla respirazione, al contrario, riduce lo stress.

Si tratta quindi di una relazione che funziona in entrambi i sensi! 🔁

Qualche tecnica di respirazione per ridurre lo stress

Ora che sappiamo perché stress e respirazione sono interconnessi, è il momento di esaminare più in dettaglio come si può lavorare sulla respirazione per diventare più sereni. Ecco alcuni modi semplici ed efficaci per utilizzare la respirazione come strumento di gestione dello stress:


1. Respirazione addominale profonda: concentrandosi sull'espansione del diaframma piuttosto che sulla respirazione toracica superficiale, la respirazione addominale profonda aiuta ad attivare il sistema parasimpatico. Prima espira profondamente per eliminare tutta l'aria dai polmoni, poi concentrati sull'addome. Fai dei respiri lenti e profondi, espandendolo quando inspiri e contraendolo quando espiri. Ripeti più volte.

2. Coerenza cardiaca: questa tecnica sincronizza la respirazione con il battito cardiaco, generalmente respirando per sei cicli al minuto. In questo modo si crea un equilibrio nel sistema nervoso autonomo, che favorisce la stabilità emotiva. Pratica la respirazione addominale inspirando per cinque secondi ed espirando per cinque secondi. L'ideale sarebbe farlo per 3-5 minuti. Benessere garantito!

3. Respirazione nasale alternata (o Nadi Shodhana): derivato dallo yoga, questo metodo consiste nell'alternare la respirazione da una narice all'altra. Riequilibra gli emisferi cerebrali e calma il sistema nervoso.

4. Respirazione quadrata: strutturata in cicli uguali di inspirazione, mantenimento, espirazione e mantenimento, la respirazione quadrata favorisce la concentrazione e il rilassamento. Ad esempio, inspirare per quattro secondi, trattenere per quattro secondi, espirare per quattro secondi e trattenere nuovamente per quattro secondi.

5. Respirazione 4-7-8: questa semplice tecnica consiste nell'inspirare per quattro secondi, trattenere per sette secondi e poi espirare per otto secondi. Favorisce il rilassamento e può essere ripetuta più volte.

Hai capito bene: l'essenza di queste tecniche sta nella consapevolezza del respiro, Hai capito bene: l'essenza di queste tecniche sta nella consapevolezza del respiro, che diventa un'ancora per il tempo presente e la calma interiore. Se incorporerai queste pratiche nella tua routine quotidiana, che sia al risveglio, durante la pausa pranzo o prima di andare a letto (non importa), coltiverai un approccio proattivo alla gestione dello stress e migliorerai la tua qualità di vita complessiva! 🌞

Approfondimenti su come limitare lo stress

Oltre alle tecniche di respirazione, la lotta contro lo stress può essere portata avanti incorporando altre dimensioni del benessere nella routine quotidiana. Per cominciare, l'esercizio fisico regolare è un modo potente per ridurre lo stress rilasciando endorfine, gli "ormoni della felicità". Che si tratti di una camminata regolare (non è necessario affaticarsi fino allo sfinimento!), di una sessione di yoga o di un'attività sportiva di qualsiasi tipo, l'attività fisica aiuta a riequilibrare il corpo e la mente e quindi a ridurre l'ansia.

La pratica della mindfulness, o meditazione, è un altro approccio efficace. Concentrandosi sul momento presente, la meditazione aiuta a calmare la mente e a ridurre i pensieri stressanti. Lo stress e la respirazione sono spesso al centro della meditazione, che è particolarmente adatta in questo contesto.

Anche la qualità del sonno svolge un ruolo nella gestione dello stress. Per evitare notti insonni dovute allo stress, è bene stabilire una routine regolare per il sonno, creare un ambiente che favorisca il riposo ed evitare gli stimoli elettronici prima di andare a letto. 😴

L’alimentazione può influenzare direttamente i nostri livelli di stress. Opta per una dieta equilibrata, ricca di sostanze nutritive, e privilegia gli alimenti ricchi di grassi buoni, che favoriscono una sana funzione cerebrale. Il cioccolato fondente, ad esempio, è un'ottima fonte di conforto, grazie soprattutto al suo elevato contenuto di magnesio.


Inoltre, se hai bisogno di un piccolo aiuto per sentirti bene, ci sono integratori alimentari che possono aiutarti, come il magnesio che contribuisce al normale funzionamento del sistema nervoso e delle funzioni psicologiche, o l'ashwagandha, che favorisce l'equilibrio emotivo grazie alle sue proprietà adattogene.

Infine, coltivare relazioni sociali positive e mantenere i legami sociali fornisce un supporto mentale essenziale. Condividi le tue preoccupazioni con chi ti sta vicino, cerca il sostegno di amici o familiari: non c'è niente di meglio di, se non distruggere del tutto lo stress, almeno dimenticarlo per un momento di relax!

Mettere fine allo stress

Ora conosci meglio i meccanismi dello stress e la relazione tra stress e respirazione. Ci auguriamo che, comprendendo meglio come funzionano queste interazioni e mettendo in atto alcune buone abitudini, possa presto ritrovare la serenità e la pace mentale 🙂.

Lo stress non è inevitabile, quindi non lasciare che ti rovini la vita.

Lucas PINOS

Co-fondatore di NOVOMA

Appassionato ed esperto di micro-nutrizione, Lucas ha fondato Novoma nel 2012. È con profonda convinzione che sviluppa integratori alimentari con principi attivi efficaci, scelti con cura e 100% clean, per soddisfare al meglio le esigenze dell'organismo.

Condividi questo articolo

Articoli correlati

Prodotti consigliati

Continua a leggere

17/11/2022

Quali alimenti antistress scegliere per combattere lo stress?

16/10/2023

6 consigli per sfuggire all'insonnia da stress

25/08/2023

I nostri consigli per un rientro dalle vacanze senza stress